Salta al contenuto Salta al Footer
ORARI DI APERTURA DAL 1 MARZO AL 3 NOVEMBRE: 9-19.
ORARI DI APERTURA DAL 1 MARZO AL 3 NOVEMBRE: 9-19.

I nuovi giardini

Un progetto di riqualificazione contemporanea

La Città di Avignone, proprietaria del Palazzo dei Papi e Avignon Tourisme, gestore del sito, da tempo hanno voluto la riqualificazione di tutti i giardini del Palazzo dei Papi: il giardino superiore di Benedetto XII e Clemente VI e il giardino inferiore, denominato frutteto di Urbano V, che è un giardino pubblico.
Questo progetto è stato affidato all'architetto capo dei monumenti storici Didier Repellin (RL&A. Agence Repellin Larpin et associés – Architects).

Studia per capire meglio

Prima del cantiere, grazie al sostegno finanziario di Occitane, sono stati effettuati scavi archeologici per studiare le diverse fasi di costruzione dei giardini. Gli elementi costruiti del giardino e le tracce di sviluppo (pali, piantumazioni, vialetti, ecc.), confrontati con i dati d'archivio, hanno permesso di completare la conoscenza di questi spazi eccezionali che sono i giardini pontifici, unici nella loro gentile. in Europa.

I contributi del progetto

La ristrutturazione dei Jardins du Palais è un progetto molto ambizioso con diversi obiettivi: studiare e riqualificare il monumento; completare il circuito di visita facendo rivivere questi giardini dove crescevano viti, fiori, ortaggi e piante aromatiche; riqualificare il Verger Urbain V in un accogliente giardino pubblico.

La riqualificazione di questi giardini, unici in Europa, apre un nuovo spazio ai visitatori e completa così la visione che hanno del Palazzo dei Papi. La passeggiata nei giardini è una nuova esperienza nell'ambito di questa visita, un momento di relax in uno spazio aperto che permette di scoprire la facciata orientale del monumento.

3 giardini, 3 atmosfere

Il pregiudizio del progetto è quello di evocare la ricchissima storia del sito attraverso la restituzione di spazi, atmosfere, usi, riprendendo le costanti del sito che sono l'acqua, i pergolati, la vegetazione ei limiti architettonici.

Questa completa riqualificazione dei giardini pontifici, sotto forma di una rilettura contemporanea, consente una migliore comprensione dell'insieme del Palazzo dei Papi, eccezionale Monumento Storico iscritto come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Il frutteto urbano V

Il progetto è iniziato a novembre 2017 con il restauro del Verger Urbain V, giardino pubblico dal 1927. La riqualificazione ha mantenuto il passaggio che conduce a Place de la Manutention e le dimensioni del giardino pubblico. Il Frutteto è stato strutturato in tre aree: una fontana secca al posto di una fontana scomparsa, un terrazzo-frutteto ombreggiato e un'area giochi per bambini popolata da sculture di animali.

I nuovi giardini papali

La ristrutturazione è stata ampliata nel 2018-2019 dalla parte superiore dei giardini, accessibili solo come parte della visita al monumento. Questa riqualificazione è strutturata in due aree: il Jardin du Palais (o Jardin Benoît XII) e il Jardin du Pape.

    • Il Giardino del Palazzo per cui particolare attenzione è stata dedicata alla rete idraulica trecentesca, di cui esistono molte tracce, e che è stata scelta come elemento strutturante del disegno del Giardino del Palazzo, delimitando i grandi rettangoli dove sono presenti specie vegetali mediterranee attestate nel Trecento piantati in questi giardini pontifici.
    • Il Giardino del Papa è un giardino intimo, al quale si accedeva direttamente dagli appartamenti del Papa. La riqualificazione gli restituisce il suo carattere prezioso con la ricreazione della famosa fontana del grifone attraverso i resti archeologici e gli archivi, così come il prato fiorito che lo circondava. Il celebre e imponente edificio romano, di cui rimane solo traccia sul terreno, ma che è noto da antichi disegni, è stato ricostruito sotto forma di un monumentale pergolato che verrà infine interamente ricoperto di piante.

Chiusura anticipata il 19 giugno

A causa del passaggio della Fiamma Olimpica il 19 giugno ad Avignone, il monumento chiuderà alle 18 (le biglietterie chiudono alle 17). Grazie per la vostra comprensione.

Per saperne di più
Bem-vindo
Prenota
Visita
Diaro
Fare un dono
×